Tanghetto

  • Max Masri: sintetizzatori, programmazione, composizione e produzione
  • Diego S. Velázquez: chitarra elettrica ed acustica, composizione ed arrangiamenti
  • Chao Xu: violoncello ed erhu
  • Federico Vazquez: bandoneon
  • Antonio Boyadjian: pianoforte
  • Daniel Corrado: batteria e percussione

Tanghetto è un gruppo musicale argentino, originario di Buenos Aires, facente parte della scena del tango nuevo.

Lo stile musicale del gruppo si esprime principalmente attraverso il tango e la musica elettronica, con influenze jazz e pop.

Il progetto nasce nel 2001 dal produttore e compositore Max Masri e dal compositore e arrangiatore Diego S. Velazquez. La sua formazione include bandoneon, violoncello, pianoforte, chitarra, sintetizzatori e batteria. Principali caratteristiche della musica dei Tanghetto (quasi interamente strumentale) sono la marcata presenza di melodie e di strutture che ricordano quelle delle canzoni e il bilanciamento tra i suoni acustici ed quelli elettronici.

Nel 2003 i Tanghetto hanno pubblicato il primo album dal titolo Emigrante (electrotango), che nel 2004 è stato nominato per il Latin Grammy e nel 2006 ha conquistato un disco di platino in Argentina.

Nel dicembre 2004 alcuni componenti del gruppo lavorarono in un progetto parallelo, chiamato Hybrid Tango, un album intriso di elementi non appartenenti alla cultura musicale di Buenos Aires, come il flamenco, il candombe e il jazz. Anche questo disco è stato nominato al Latin Grammy.

Nell’ottobre 2005, dalla collaborazione tra i Tanghetto e diversi dj della scena elettronica argentina, è nato l’album Buenos Aires Remixed, che contiene 12 remixes di brani dei Tanghetto appartenenti ad altri dischi, più due cover di famose hit electropop: Enjoy the Silence (Depeche Mode) e Blue Monday (New Order). La versione di “Blue Monday” raggiunse nel 2006 i primi posti nelle chart radiofoniche alternativi degli Stati Uniti.

Nel 2005 è stato pubblicato il primo videoclip della band, “Tangocrisis”, che conteneva immagini delle sommosse popolari e della repressione della polizia nel dicembre 2001 a Buenos Aires. Il secondo video, Barrio Sur fu il primo ad essere diffuso su MTV.

Nel luglio 2006 è stato pubblicato il primo DVD, Live in Buenos Aires.

Dopo diversi tour in Europa e nel continente Americano, nel marzo 2008 il gruppo ha registrato un altro album di studio, El Miedo a la Libertad, il cui nome si ispira all’omonimo saggio di Erich Fromm (titolo italiano Fuga dalla libertà). Il disco ha vinto nel 2009 il Premio Gardel, equivalente argentino del Grammy.

Nel novembre 2009 la band ha pubblicato un nuovo album, dal titolo “Más allá del Sur”. Secondo il sito ufficiale del gruppo, questo lavoro rappresenta “un approccio alle radici del tango più tradizionale, senza abbandonare il sentiero dell’innovazione”.

Informazioni su el piantao

Musicalizador
Questa voce è stata pubblicata in Tango. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...